Nuovi Autori

Sei un nuovo autore? Hai pubblicato il tuo primo romanzo e vorresti farcelo leggere?

Noi siamo felici di ricevere il libro (preferibilmente in formato CARTACEO O EPUB), riservandoci la possibilità di parlarne e di pubblicare una recensione sul sito.

Se sei disponibile ti possiamo anche proporre qualche domanda per imbastire un’intervista in modo da farti conoscere ai nostri lettori.

Vuoi saperne di più? Scrivici a staff@zebuk.it!

C'era una volta una bambina di nome Viola che abitava nel piccolo paese di Armonia. Questa graziosa località aveva pochi abitanti, per la maggior parte adulti e anziani. I bambini erano davvero pochi ma, proprio per questo, erano molto fortunati: per tutti i loro compleanni i grandi organizzavano vere e...
Per le ragazze come noi non c'è una prima volta e non c'è un'unica volta. Non c'è niente di speciale, e non c'è amore. Continua per sempre, come un ciclo che si ripete nel cervello, una scopata infinita che ti spacca in due e ti trasforma le viscere in...
C'era una volta uno scoiattolino di nome Lino. Egli, come tutti gli altri scoiattoli, si cibava di noci e nocciole, ma il suo più grande sogno era quello di poter assaggiare anche quei famosi pistacchi di cui gli umani, che vivevano nella casa di fronte al suo albero, sembravano essere...
Mentre era seduta sulla scalinata, con il sole che le illuminava la pelle, un bambino le si avvicinò guardingo. Lei alzò lo sguardo e lui le sorrise. Era piccolo, con i capelli castani e gli occhietti furbi. Sorridendo le mostrò due incisivi accavallati. Quando fu abbastanza vicino da poterla sfiorare,...
Sono nata il 2 novembre. Era forse un presagio dell’attività a cui mi sarei dedicata? O addirittura quella sottile malinconia, che senz’altro si palpava il giorno della mia nascita, poteva far presagire gli eventi successivi? Separata? Single? Macché. La definizione che più di ogni altra esprime la condizione femminile dopo...
- Vostro zio rifiutò - riprese sir Fitzwilliam. - Visto che non voleva sentirsi un ospite, fece un affare con Sua Altezza: stimarono il valore del castello e vostro zio pagò metà della somma. La vostra eredità perciò consiste nella comproprietà di questo maniero. Un attimo di stupefatto silenzio seguì...
"Benvenuti in Madagascar! Io sono Maki, eroe di Anja, lemure catta discendente diretto della stirpe di Linnaeus, il mio non so quante volte-bis-bis-nonno. Insieme al mio amico Foudi abbiamo salvato la nostra bellissima riserva da malvagi "vazaha" - così chiamiamo gli stranieri in Madagascar." La recensione di Maki e Foudi:...
La domenica mattina inizia nell'area petrolifera, pochi minuti prima dell'alba, con un giovane addetto alla trivellazione disteso nel suo furgone a dormire come un sasso. Spalle schiacciate contro il finestrino lato guidatore, stivali appoggiati sul cruscotto, ha il cappello da cowboy così basso sul viso che la ragazza seduta...
Tiro fuori il rotolo di carta che sporge dal mio zaino, me lo rigiro in mano. Come mi sia venuto in mente di fare una cosa del genere, credo che non lo capirò mai. Ne srotolo un lembo, leggo le prime lettere. Non voglio iniziare prima che arrivi Viola. La...
Mi manchi da morire, mamma. Fino a quando hai intenzione di essere morta? La recensione di Solo i bambini sanno amare di Cali Bruno ha solo 6 anni quando il suo mondo si rovescia. Sua madre muore e per il bambino nulla è più al suo posto. Senza una mamma come si vive? Si...
Penso alle sagge parole di mio nonno: "Percorri la tua strada e non voltarti mai indietro, altrimenti non ti godi il paesaggio della vita. Percorri la tua strada qualunque essa sia, ma evita il tratto di Borgo Panicale - Sasso Marconi direzione Bologna, che se la trovi intasata non...
E nella penombra del suo soggiorno, quasi per istinto e per quell'inconscia attrazione che sin da bambina aveva avuto per gli specchi, si avvicina alla superficie speculare della cornice in ottone che sovrastava uno dei pezzi d'arredo e vi si rivedeva con Emiliano avvolto nella copertina in lana bianca...
Solo a notte fonda, dopo che la gattina aveva già esaurito il suo repertorio di fusa, zampine in faccia e oggettini da far cadere, per la prima volta Anna sentì il rumore, da allora inconfondibile, di un gatto che rimesta nella sabbia per i suoi bisogni. Provò gioia, ma...
"Avevano deciso di non dire niente ancora alla madre di Maki per paura lei gli proibisse di tornare al villaggio. Nella colonia però tutti erano un po' inquieti. Si sentiva aria di cambiamento." La recensione di La storia dell'uccellino e del piccolo lemure che salvarono la loro foresta, Carine Matthijs Sulla...
"Scusi signor Maresciallo se vengo a disturbarla così senza neanche farci sapere che venivo da lei per raccontarci una storia che non potrei raccontarci ma che devo invece farle sapere. Insomma un fatto gravissimo che si sarebbe, anzi che si è, verificato nel territorio di sua competenza che poi in...

Gli articoli più letti nell'ultima settimana